Sviluppo App

C’è una voce che si sta spargendo, ovvero che il web è morto, o sta lentamente morendo. Tutto ciò non perché le persone non usano più internet, ma perché gli utenti si stanno gradualmente allontanando dal contesto del “web” basato sui browser, per spostarsi nel mondo “mobile”.

Il Web è davvero morto, e sta lasciando spazio al mobile. Questo significa che tutte quelle ore che hai passato affinando le tue abilità di HTML e CSS sono state sprecate e a breve non serviranno a nulla, ormai è tutta una questione di essere in grado di creare un app mobile funzionale e coinvolgente.

Questo non significa che devi spendere altri soldi per delle lezioni sulla programmazione delle App perché sono nati nuovi strumenti che ti aiuteranno a creare il tuo prodotto anche senza nessuna competenza di programmazione.

Per iniziare, però, facciamo una panoramica generale per capire di che stiamo parlando.

Si sa che Android è il più grande ecosistema al mondo, ma iOS sta cominciando la sua rimonta in modo impressionante, quindi bisogna pensare a che target si vuole colpire con l’App, perché dopo uno studio è apparso che i possessori di iOS sono disposti a spendere effettivamente più soldi per le applicazioni rispetto ai possessori di Android.

https://www.artematika.it/applicazioni/

Per la programmazione vera e propria sarebbe sempre meglio affidarsi a chi si intende del mestiere, in modo che il progetto ultimato non possegga falle o problemi, in caso non si voglia chiedere aiuto a specialisti si può fare da soli, informandosi e documentandosi sul linguaggio di progettazione delle App che per quanto riguarda Apple è Objective-C mentre per Android è Java.

Per cominciare bisogna iscriversi a Developer Program iOS (per Apple) o aprire un account Google Play Developer (per Android) che ti costerà una quota annua, poi si possono iniziare a seguire dei tutorial per capire come funzionano i linguaggi di programmazione.

Hai paura che sia troppo difficile? Affidarsi ad un esperto del settore è sempre la miglior cosa, oppure affidati agli innumerevoli supporti online e non di cui disponiamo in quest’era.

Viviamo infatti nell’era dell’informazione, quindi ci sono un sacco di risorse facilmente accessibili che puoi utilizzare per eliminare i tuoi dubbi. Se sei in cerca di aiuto, ci sono tantissime guide utili, forum disponibili online e tonnellate di riferimenti visivi da sfruttare.

In aggiunta, puoi disporre di una serie di programmi di software di terze parti specificamente progettati per i non programmatori e non-sviluppatori. Ciascuno ha un set unico di offerte, e ovviamente il relativo costo, perciò è preferibile guardarsi intorno prima di buttarsi su una scelta, così da confrontare le tante opzioni prima di scegliere.

I consigli riportati nell’articolo non sono le uniche opzioni, o addirittura non necessariamente le migliori, ma ti mostrano come chiunque può creare un’applicazione al giorno d’oggi, a prescindere dalla conoscenza di programmazione, ma bisogna essere consapevoli di che risultato si vuole ottenere alla fine del progetto.

Buon divertimento.